Chiesa Kollegien. A soli 10 minuti a piedi dal nostro hotel

Chiesa Kollegien. A soli 10 minuti a piedi dal nostro hotel

Richieste non vincolanti Prenota ora

Hotel Kasererbräu

Tutti i luoghi di interesse della città a portata di mano

Un’ampia scelta tra 45 camere e suite raffinate e sapientemente arredate e il lusso di poter soggiornare nel centro di una metropoli culturale come Salisburgo.
scopri di piùprenota


L’unico hotel del centro città

Con parcheggio di proprietà adiacente

Questo hotel storico e a conduzione familiare sito direttamente nel centro di Salisburgo appartiene al patrimonio architettonico e storico-artistico del centro storico salisburghese.
scopri di piùprenota


Un cinema di proprietà dell’hotel

Un hotel nel centro città di Salisburgo con cinema!

Nel Mozartkino è stato scritto un pezzo della storia del cinema. È infatti il cinema più antico del mondo. Sullo schermo vengono proiettati film di produzione locale e le pellicole di maggiore successo!
scopri di piùprenota

















Chiesa Kollegien

La chiesa fu fondata nel 1623 dall’Università Benedettina di Salisburgo

I primi progetti per la costruzione di una chiesa dell’università li concepì il Principe Arcivescovo Paride Lodron, quando fondò nel 1623 l’Università Benedettina di Salisburgo. La fine dei lavori si dilungò alquanto. Professori e studenti disponevano allora solo di una sala, l’aula accademica per le funzioni religiose.  In questa sala si tenevano inoltre delle rappresentazioni teatrali e altri eventi.


La vera grande Casa del Signore

Dell’arcivescovo Johann Ernst von Thun

Solo nel 1694, oltre 70 anni più tardi, l’arcivescovo Johann Ernst von Thun decise di erigere una grande chiesa per l’università. Come architetto l’arcivescovo scelse l’architetto barocco più significativo del tempo, ovvero Johann Bernhard Fischer von Erlach. L’edificazione della Chiesa dell’Università è l’opera più importante di Fischer von Erlach. Il più monumentale degli edifici sacri dopo il Duomo, che con la sua sontuosa facciata è una delle chiese barocche più straordinarie di tutta l’Austria, influenzò in modo duraturo, grazie alla sua specificità stilistica, l’architettura sacra tardo-barocca della Germania del Sud. I festeggiamenti per l’inaugurazione cominciarono il 20 novembre 1707 e durarono otto giorni. L’artista stesso non riuscì purtroppo a vedere ultimata la “corona delle sue creazioni” perché nel frattempo aveva perso la vista. Le cappelle all’interno della chiesa sono dedicate ai santi delle quattro facoltà: a Tommaso d’Aquino la teologia, a Ivo la giurisprudenza, a Luca la medicina e a Caterina la filosofia.

https://www.kasererbraeu.at/wp-content/uploads/2016/12/kollegienkirche_hochformat.jpg
La chiesa dell’università

Il suo destino movimentato


Quando le truppe di Napoleone occuparono la città nel 1800, la chiesa fu utilizzata come magazzino per il fieno. Nel 1810, quando Salisburgo finì sotto il dominio bavarese, l’università fu chiusa e la chiesa perse la sua destinazione originale. Durante la monarchia austroungarica ospitò un ginnasio accademico e contemporaneamente una chiesa di guarnigione. Nel 1922 si tenne proprio qui la prima del “Große Welttheater” (il gran teatro del mondo) di Hugo von Hofmannsthal.


Con la rifondazione dell’università salisburghese nel 1964, la chiesa tornò alla sua destinazione originale.